lunedì 17 gennaio 2011

I miei primi paccheri ripieni


Per la cena del mio compleanno (che risale a circa un mesetto fa), fatta tra amici, avevo in mente di fare dei cannelloni. Trallallà, vado a fare la spesa quando … NOOO! I cannelloni sono esauriti! E ora che faccio?? Mi esaurisco pure io?? Meglio di no altrimenti la cena chi la prepara? Allora vedo nello scaffale, a fianco del posto vuoto dei cannelloni, le confezioni di paccheri, e penso “Beh, sono solo un po’ più piccoli dei cannelloni, ma posso riempire anche quelli!”. Detto fatto, li compro e porto a casa e faccio la mia ricettina. Beh, teoricamente è vero che assomigliano a dei cannelloni, ma in pratica sono moooolto più piccoli per cui ci ho messo mezzo pomeriggio solo per riempirli … non finivo più! Maledicendomi tra me e me, mentre riempivo paccheri in serie come una piccola ape operaia, ho però riflettuto che tutta la pazienza e il tempo che ci ho messo in fondo sono stati sostenuti da quello che sta alla base di ogni amicizia, l’affetto. Del resto mi sono imbarcata in quest’impresa perché volevo compiacere i miei ospiti, volevo farli sentire bene; e quindi … vedere tutti quanti apprezzare il mio folle operato mi ha ripagato di tutte le fatiche passate nel pomeriggio (e forse ha consolato anche un po’ tutti i Santi del Paradiso che ho scomodato mentre riempivo … e riempivo … e riempivo … )
 
Ingredienti (eravamo in 8)

800 gr circa di paccheri (dipende da quanto è grande la vostra teglia)
Per la besciamella:
1 LT latte
25 gr burro
1 cucchiaino di sale
100 gr farina
Per il ripieno:
3 ricotte da 250 gr
4 mozzarelle light da 125 gr
300 gr circa di prosciutto cotto
Sale qb


Lessare i paccheri in abbondante acqua salata, con l’aggiunta di un goccio d’olio per non farli attaccare fra loro. Preparare il ripieno mettendo tutti i relativi ingredienti nel boccale tritando il tutto per pochi secondi a vel 7. Quando i paccheri sono al dente, scolarli e passarli sotto l’acqua fredda, poi riempirli col composto che abbiamo preparato. Mettere in teglia e coprire il tutto con la besciamella, e infornare a 180° per 10 min con modalità “soprasotto”, e poi per altri 10 min col ventilato per fare la crosticina. Perdonate la foto, è stata fatta nel micro-tempo fra l’impiattamento e l’attacco al cibo per cui è un po’ orrenda … ma almeno c’è!


13 commenti:

  1. Una vera bontà, da assaggiare al più presto!
    Baci!

    RispondiElimina
  2. capperi che paccheri! buoni, ne è valsa la pena il sacrificio!

    RispondiElimina
  3. Grazie ragazze!
    un bacio,
    Cincy

    RispondiElimina
  4. Brava Cincy! Un pò di pazienza, certo... ma hai davvero fatto un figurone!!!!

    RispondiElimina
  5. ciao è un piacere conoscerti e ti ringrazio per essere passata da me. Conosco Dalmine, ho uno zio che abita in provincia di Bergamo. Il mio blog lo hai già visitato e quindi sai già parecchie cose sudi me. Vedo che tu ti dedichi alla cucina. é tutto buono qui , peccato che io posso mangiare solo cose preparate da me.
    un abbraccione
    isa

    RispondiElimina
  6. Grazie per la visita Isa!!
    un bacio, Cincy

    RispondiElimina
  7. E' vero, ci vuole pazienza a farli, ma ti rendi conto che ne pè valsa la pena, quando te li mangi.

    RispondiElimina
  8. esatto Natalia, è proprio così!!!
    ;-)

    RispondiElimina
  9. Una pazienza ..ripagata, ciao :)

    RispondiElimina
  10. Viene fame solo a guardarli!
    Brava!

    RispondiElimina

Vuoi lasciare un tuo pensiero? Ogni consiglio è importante per me!